Carrello

0  prodotti
0.00 EUR

ASPIVENIM (Codice: KASPI)

25.00 EUR 22.50 EUR
Incl. 22 % IVA

Mini pompa di aspirazione.

Quantita':

ASPIVENIM®....dalla prima puntura o morso, al sollievo.

Per evitare il prurito, il dolore e reazioni spiacevoli, una soluzione rapida, conveniente, pratica ed efficace: ASPIVENIN® è un dispositivo brevettato made in Francia. Si tratta di una mini pompa di aspirazione mini che riporta indietro in modo indolore il veleno iniettato da insetti (vespe, api, tafani, calabroni...), aracnidi (ragni, scorpioni, chiggers ...), pesci (luminose, scorfano, tracine ...) serpenti e alcune piante urticanti.
È un sistema di camera doppia con un interruttore limite pistone di bloccaggio che provoca una depressione immediata e permanente di 800 millibar, dieci volte l'aspirazione orale.

Misurazioni oggettive effettuate in laboratorio, in Francia e negli Stati Uniti mostrano che, a seconda dei casi, ASPIVENIN® elimina gran parte del veleno iniettato. Prove su punture di api eseguiti dal laboratorio dell'Istituto Pasteur dimostrano che a seconda dei casi frazioni significative del veleno iniettato stati aspirati, diminuendo la gravità della intossicazione.
ASPIVENIN® è stata applicata a cinque persone dopo una puntura d'ape. I pazienti sono stati in grado di verificare che il dolore diminuisce in circa quindici secondi. Vi è la comparsa di una goccia di siero al foro della puntura. Circa tre minuti più tardi, diminuisce l'edema, dolore o fastidio scompaiono.
ASPIVENIN® ha un'efficacia provata e riconosciuta sul campo, ma non esclude il ricorso alle cure mediche il prima possibile nei casi più gravi.

 ASPIVENIN®, un primo gesto di aiuto

ASPIVENIN® costituisce un gesto di primo soccorso, ma non sostituisce la consultazione obbligatoria e immediata di un servizio medico che è indispensabile nei casi più gravi (morsi, punture di scorpione) o in caso di importante reazione della vittima.
Informazioni per il corretto utilizzo:

1 - Posizionare delicatamente il boccaglio che più si adatta al tipo di puntura o morso e alla posizione poi armare la pompa tirando a fondo lo stantuffo (metà corsa per un bambino).
2 - Posizionare ASPIVENIN® con l’imbuto fornito sulla ferita tenendolo con una sola mano.
3 - Spingere lo stantuffo molto accuratamente e fine corsa e sentirete un potente aspirazione; lasciare agire ASPIVENIN® da 20 secondi a 3 minuti (fare riferimento al manuale di istruzioni in base alla puntura o al morso). Questo periodo può essere prorogato o rinnovato senza disagi soprattutto nei casi più gravi.
4 - Sollevare il tasto stantuffo con la punta del pollice per rimuovere ASPIVENIN®.

Si consiglia di utilizzare il ASPIVENIN® prima di avere utilità consultare il manuale. Vi consigliamo anche di tenere a portata di mano se vi trovate in un ambiente rischioso.

Nome: Ape
Ordine: Imenotteri
Le api appartengono all'ordine degli Imenotteri, essi comprendono un gran numero di specie, oltre 20.000. Una colonia composta da 50 000 a 60 000 operaie e poche centinaia o migliaia di maschi. La regina vive da 4 a 5 anni, le operaie 5-7 settimane. Le api non sono aggressive a meno che non si sentono minacciate. Alcune condizioni aumentano la loro aggressività come il vento, tempesta, profumi artificiali, alcool, sudore. Il loro dardo spinato, strappato al pungiglione rimane nella ferita con la sacca di veleno che continua a diffonderlo.
Misure di emergenza:
è importante per punture di api non rimuovere il pungiglione prima di utilizzare il ASPIVENIN®, facilita l'estrazione di veleno. ASPIVENIN® è molto efficace contro avvelenamento da punture di insetti, ma non esclude il ricorso alle cure mediche nel più breve tempo possibile, per i casi gravi.                                                                                           

Nome: Chigger
Ordine: Aracnidi
I chiggers fanno parte della famiglia di acari. Gli acari sono artropodi cui corpo non mostra la segmentazione apparente. Per il loro aspetto di piccolo ragno appartengono alla classe degli aracnidi. Il numero stimato di specie da da 30.000 a mezzo milione. Sono caratterizzati da una elevata adattabilità, si trovano in tutto il pianeta e gli oceani compreso l'Antartide. I Chiggers o "Thrombidion" sono microscopici e la femmina depone le uova nel terreno, la larva esce sul prato in attesa che un essere a sangue caldo passi, ad esempio gli esseri umani. Poi salgono lungo le braccia e le gambe e si riuniscono nelle pieghe dell'inguine o della pelle dove stringe la cinghia per esempio. Le loro piccole dimensioni 0,25 millimetri non impedisce loro di mordere e iniettando loro saliva, che contiene gli agenti che aiutano il predigestione esterna. Il morso del chigger è molto irritante e il prurito dura 5-6 giorni.formando un pomfo di 1 a 2 cm. I Chiggers vivono in gran numero nelle praterie, da luglio a settembre.
Misure di emergenza:
ASPIVENIN® allevia efficacemente il prurito.

Nome: Ragno
Ordine: Aracnidi
I ragni appartengono alla classe degli aracnidi e sono diffusi in tutta la terra abitata con 40.000 specie. Tutti i ragni sono velenosi, ma solo un piccolo numero di specie sono veramente pericoloso. Vivono per lo più in prossimità del suolo, in cunicoli, sotto le rocce o cavità degli alberi, alcuni lungo le rive del fiume o anche sul mare. La maggior parte sono solitari, alcuni hanno una vita comunitaria e costruiscono tele collettive abitate da molti individui: sono tutti carnivori. Ragni morso ... La complessità dei loro veleni, che ricorda di veleni di serpente. Tipicamente, inoculazione di loro veleno provoca una reazione infiammatoria dolorosa. Ci sono naturalmente molti altri sintomi complesse e varie, più o meno gravi. Le specie con un veleno altamente tossico e sono l’Aranéomorphes Mygalomorphes o tarantola. Gli incidenti più gravi sono attribuiti al genere australiano Atrax, o il tipo sudamericano Trechona.
Misure di emergenza:
dopo un morso, ASPIVENIN® è un buon rilassante per alleviare il dolore e ridurre lo stress e la paura. Il suo utilizzo non esclude però il ricorso alle cure mediche al più presto possibile nei casi più gravi.

Nome: Formica
Ordine: Imenotteri
La Formica fa parte degli Imenotteri ed è forse la forma animale più comune sulla superficie dei continenti; niente le ferma deserti aridi, montagne... Si trova anche nelle regioni artiche. Le formiche vivono solo in società formate da due caste femminili, in maggioranza operaie e da riproduzione e una maschile. Le femmine hanno un dispositivo difensive velenoso. Nelle nostre regioni, le punture multiple sono raramente pericolosi, ma sono irritanti e fastidiose. Alcune specie tropicali possono causare gravi reazioni, come la "formica di fuoco" che morde e poi getta il suo veleno sulle ferite che ha causato.
Misure di emergenza:
ASPIVENIN® è stata testato in collaborazione con Farmacisti Senza Frontiere in Amazzonia Ecuadoriana ed ha dimostrato la sua utilità con un tasso di soddisfazione del 97% con indiani Ashuar-Shuar sia con formiche giganti, scorpioni, tarantole e serpenti. L’utilizzo di ASPIVENIN® non esclude il ricorso alle cure mediche al più presto possibile nei casi più gravi.

Nome: Vespa
Ordine: Imenotteri
La vespa appartiene all'ordine degli Imenotteri e si distingue per le sue dimensioni sottili e strisce giallo/nero. E 'onnivora e per questo sono le più aggressivi, soprattutto in autunno quando il cibo scarseggia. I loro nidi possono essere sotto terra o appesi ad alberi, tetti o solai. Posso ospitare fino a 10 000 individui. La regina vive circa un anno, le operaie poche settimane. Come per le api, il dispositivo è un ovopositore un organo che viene utilizzato per rimuovere le uova. Trasformato in un pungiglione e associato a ghiandole velenifere, è usato per paralizzare la preda o per difendersi. Vespe e calabroni, sono responsabili per il maggior numero di incidenti in Europa. Si può osservare che se la Vespa è piuttosto aggressivo, è molto pericolosa e la sua lunga puntura può iniettare veleno direttamente nei vasi sanguigni.
Misure di emergenza:
ASPIVENIN® è molto efficace contro avvelenamento da punture di insetti, ma in ogni caso non esclude il ricorso alle cure mediche al più presto possibile nei casi più gravi.

Nome: Zanzara
Ordine: Ditteri
La zanzara è un artropode dell'ordine dei Ditteri (mosche e zanzare). Ditteri sono tra gli insetti più temuti al mondo per il ruolo di portatori di molte malattie: malaria, febbre gialla, dengue, chikungunya... La zanzara o "Culicidae" fa parte del gruppo di insetti con apparato boccale allungato e formano un aspiratore. Per nutrirsi, prima penetra nel tessuto nutritivo seguita da una iniezione di saliva e di aspirazione liquidi ed infine del sangue. In questo modo il prurito è molto sgradevole anche se non è un veleno, ma una sostanza nella sua saliva che serve a mantenere la fluidità del sangue, una sorta di lubrificante. E 'sempre la femmina che punge per garantire lo sviluppo delle sue uova. Il maschio si nutre principalmente di fiori. Le zanzare sono attratti da colori scuri, calore umido, sudore e caldo, pelle abbronzata.
Misure di emergenza:
ASPIVENIN® utilizzato molto tempo dopo il morso (raramente ci accorgiamo subito di essere stati morsi) allevia significativamente prurito.

Nome: Scorpione
Ordine: Aracnidi
Lo scorpione fa parte degli aracnidi. Si trova in molti luoghi diversi, grotte, spiagge, foreste tropicali, steppe, deserti, piante... La sua dimensione varia da 1 a 25 centimetri e la sua vita è di circa 3 anni. L'apparato velenoso è sulla coda. Il suo periodo di attività di picco si verifica all'inizio della notte, quando va a caccia. Quando morde, la coda muscolosa si butta in avanti con il pungiglione. I sintomi variano ampiamente, nella maggior parte dei casi il sintomo principale è il dolore forte con momenti di arresti e ripartenze e questo durante le 12-24 ore. A volte può essere accompagnata da sudorazione, agitazione, coliche, nausea.
Misure di emergenza:
Portate in viaggio ASPIVENIN® può essere utile! Ovviamente in casi gravi, è necessario ricorrere a cure mediche il più presto possibile.

Nome: Tracina
Ordine: Perciformes
La Tracina è un pesce bentonico della famiglia delle Perciformes. Contrassegnati da una colorazione di macchie scure, non supera i 20 cm. Sepolto nella sabbia, lascia solo le spine velenose della schiena e la parte superiore della testa fuori. Principalmente si trovano in acque costiere dei mari temperati e se piccola non è commestibile mentre grande è deliziosa. La puntura è molto dolorosa e acuta, il veleno contiene una sostanza potente che è più tossica del veleno del serpente a sonagli. Si tratta di un veleno che distrugge i globuli rossi e nervi paralizzandoli. L'intenso dolore e bruciore di tipo immediato può causare perdita di coscienza e quindi un rischio di annegamento. Dura da 30 minuti a un'ora poi si irradia mentre svanisce in 12 a 24 ore, lasciando una sensazione di intorpidimento.
Misure di emergenza:
ASPIVENIN® è molto efficace nei casi di forte bruciore e permette di rimediare ai primi effetti dolorosi del veleno che si diffonde rapidamente prima di ricorrere, se necessario, alle cure mediche.

Nome: Serpente
Ordine: ofidi
Serpenti velenosi sono ampiamente diffusi in tutto il mondo. Le Vipere abbondano in Europa, Sud-Est asiatico e in Africa, i Crotali in Nord America, Sud e Asia. Si trovano in Africa Elapidae (cobra, mamba), Asia (cobra, bungares), Australia (cobra) e America (serpenti corallo) e Hydrophiidae (serpenti d'acqua), la maggior parte si sono adattati alla vita acquatica e vivono in mari tropicali ed equatoriali. Il serpente più pericoloso al mondo è il Taipan che vive in Australia. In Europa siamo essenzialmente preoccupati dalla vipera. Di medie dimensioni 50-60 cm, con una testa triangolare, la vipera è tarchiata, marrone o grigio con un modello nero a zig-zag dorsale. E’ da maggio a settembre che ha il suo periodo più attivo, mentre in inverno vanno in letargo. Le Vipere non sono aggressive, attaccano quando si sentono minacciate e la maggior parte dei morsi avvengono in estate nelle ore più calde tra ore 11 e le 15. La capacità schiacciante loro mascelle aperto permette loro di mordere qualsiasi parte del corpo.
Misure di emergenza:
I morsi di vipera sono pericolosi anche se la stragrande maggioranza non hanno gravi conseguenze, le morti sono eccezionali.
In ogni caso, mantenere la calma: chiedere assistenza, non cercare di far sanguinare la ferita, non aspirare con la bocca, non mettere un laccio emostatico sull'arto interessato. Pulire la ferita con un antisettico (preferibilmente incolore in modo da non ostacolare la visita medica) o con acqua e sapone. Applicare una garza asciutta e pulita sulla ferita e tenerla con una benda leggermente compressa. Immobilizzare l'arto usando un foulard per quello superiore e una stecca per quello inferiore. Se disponibile, rinfrescare il sito della ferita con ghiaccio messo in un sacchetto di plastica o un asciugamano piegato. Attenzione non mettere il ghiaccio direttamente sulla ferita. Restate con la vittima fino all'arrivo dei soccorsi e rassicuratela. Si può dare paracetamolo per alleviare il dolore, non dare aspirina. Se si è isolati o se i soccorsi non arrivano, evitare sforzi intensi, fermativi qualche minuto ogni 500 metri, non correre! Cadere sui sentieri di montagna è statisticamente più mortale dei morsi di vipera. In ogni caso, se lo avete, non usate voi stessi il siero anti vipera, può essere allergico e più pericoloso della maggior parte dei morsi e va usato solo in casi particolari dai medici.

 

Copyright MAXXmarketing Webdesigner GmbH

Cerca un prodotto


Ricerca avanzata
Copyright by